Politiche 2018: le favolose promesse alle famiglie

famiglie

Politiche 2018: le favolose promesse alle famiglie.

Vi ricordate le promesse fatte alle famiglie nelle ultime politiche? Sono passati due anni  e ne abbiamo gia’ viste di tutti i colori.

Curiosando tra i vari programmi elettorali balzava  subito all’occhio una nuova e “urgente ” attenzione ai nuclei familiari . Tra le tante favolose promesse messe in campo per vincere la partita delle elezioni c’era  una speciale “new entry”  rispetto alle precedenti politiche.   Il SOSTEGNO AL REDDITO DEI NUCLEI FAMILIARI.  E qui ce n’ era  per tutti i gusti. Dalle pensioni alle casalinghe mamme all’adozione del modello francese , e poi pannolini e asili nido gratis, reddito di natalita’, reddito di maternita’ e chi piu’ ne ha piu’ ne metta. Non scendiamo qui  nel merito delle proposte ( alcune in parte  realizzate e altre neanche lontanamente abbozzate ).   E’ pero’  davvero singolare come una tematica mai affrontata in  passato sia stata  proposta in modo cosi’ pressante nella scorsa campagna elettorale di tutti o quasi tutti gli schieramenti.

Famiglie dimenticate

Le famiglie , i bambini , le donne, temi da sempre snobbati e ignorati da questa Italia sprecona e spendacciona. Forse i tempi sono cambiati ? La classe politica e’ piu’ matura e sensibile?   NO.   Denatalita’, fuga dei giovani all’estero…. E in generale la consapevolezza che la “crisi” (ovvero la cattiva politica) economica ha eroso insieme ai patrimoni anche l’aspetto piu’ umano legato alla parte piu’ intima della persona. Ovvero la possibilita’ di amare , di costituirsi famiglia e di generare . Questo campanello d’allarme  dev’essere risuonato molto bene alle orecchie delle forze politiche.

Le famiglie: il nuovo slogan politico

Se nei programmi di partito  ritroviamo sempre piu’ spesso  questa insistente propaganda a favore di temi che un tempo parevano inutile perdita di tempo , perche’ considerati senza alcun valore politico, e’ perche’ la necessita’ si e’ trasformata in urgenza. Donne, bambini, famiglie, non sono piu’ temi trascurabili nel programma elettorale di un partito che vuole raccogliere consensi . La verita’ e’ che  il corpo politico e’ ancora distante dal prendere davvero  coscienza della gravita’ di un fenomeno sociale che sta cambiando il destino di moltissimi italiani.  Lo fa per necessita’ , perché le famiglie sono allo stremo.  Lo ha  fatto  in campagna elettorale  mettendo in campo programmi tanto vaghi quanto altisonanti in qualche caso buttati li’ all’ultimo momento per non restare indietro e perdere terreno con l’elettorato.

Politica incapace e maschilista

E oggi, trascorsi due anni dalle ultime elezioni  , assistiamo ai  tentativi, maldestri, di mettere in pratica qualcuna di quelle promesse per non rimetterci la faccia. Perché le famiglie fanno fatica e i giovani se ne vanno  , perché l’Italia (in senso demografico)  rischia di sparire..Ma i rimedi sono deludenti:  pochi soldi,  quadro normativo incerto con leggi limitate all’anno in corso spesso non prorogate per l’anno successivo, congedi parentali risicati, politiche di conciliazione famiglia e lavoro inesistenti, etc.. Intanto ci ripetono   che non ci sono soldi e nel contempo si finanziano guerre . Si alimentano  politiche internazionali discutibili e si tolgono risorse interne. E si lasciano sempre piu’ indietro le donne compromettendo il futuro del Paese.

P.C.

0 0 votes
Article Rating