Medicina di genere: siamo diverse dagli uomini

medicina di genere

Medicina di genere: siamo diverse dagli uomini.

Perche’ serve una medicina di genere? La storia , si sa , ha sempre preso come modello di riferimento per la vita l’individuo maschile.  Ha considerato  la donna uno “stampo”.  Un derivato dal prototipo iniziale con l’aggiunta di quelle poche differenze che permettevano alla specie umana di riprodursi. Anche la medicina nei secoli  ha seguito un filone molto simile.  Oggi pero’  piano piano comincia a farsi strada l’idea che l’approccio alle patologie, prevenzione e cure debbano differenziarsi. Il corpo dell’uomo e della donna sono sensibilmente differenti.

Medicina di genere: le patologie sono diverse da uomo a donna

Uomo e donna  si distinguono non solo per le caratteristiche fisiche ma anche per il comportamento delle cellule e dei tessuti.  Alcune malattie possono quindi presentarsi con sintomi e decorso clinico molto diverso.

Secondo la Harvard Medical School un certo numero di patologie riguardano soprattutto le donne.  Queste patologie,  comuni ad entrambi i sessi, possono riguardarle in modo diverso rispetto al maschio. Anche i fattori di rischio e la risposta ai farmaci sono diversi. Il dottor Piercarlo Salari spiega per esempio che “ l’acido acetetilsalicilico – ( la comune aspirina)-protegge meno le donne degli uomini dalle malattie cardiovascolari.  Alcuni antipertensivi sono piu’ efficaci negli uomini (Ace inibitori), altri nelle donne (sartani).  Le donne hanno un rischio doppio di ammalarsi di Alzheimer rispetto all’uomo. E il danno prodotto da una sigaretta e’ cinque volte maggiore nella donna.

Medicina di genere: stessa patologia diversi sintomi

Ma l’esempio emblematico e’ quello dell’infarto miocardico che e’ stato a lungo erroneamente considerata una patologia prettamente maschile.   Con i caratteristici sintomi di dolore improvviso al torace che si irradia al bracco sinistro.  Mentre la stessa patologia nella donna si manifesta con sintomi differenti (difficolta’ a respirare , stanchezza , dolori alla schiena al collo o alle spalle , nausea sudorazione fredda capogiri).

Errori di diagnosi che  possono essere fatali per la donna

Sintomi questi che possono trarre in inganno il personale medico.   E spiegano come mai l’accesso delle donne al pronto soccorso  sia  spesso ritardato con delle gravi conseguenze sulla salute. Inoltre alle donne , come risulta dalle  statistiche, vengono prescritti piu’ farmaci.  E spesso non vengono correttamente stimati i fattori di rischio a partire dal fumo della sigaretta”.

E’ necessaria e urgente una nuova medicina per le donne

L’ignoranza di fondo nel regolare diversamente l’approccio medico ai malesseri femminili causa peraltro non solo ritardi ma anche errori nella diagnosi e nella cura.  Con ripercussioni anche serie sulla salute fisica e psicologica della donna che viene abbandonata a se stessa con la percezione di non sentirsi capita e compresa da chi invece dovrebbe tutelarla.

P.C.

 

 

 

0 0 votes
Article Rating