Chi sono

Ho iniziato a pensare a questo tipo di blog quando gia’ molte blogger con grande passione
postavano e condividevano in rete le proprie vite e interessi.

Correva l’anno 2009 ed io, sposata e
mamma di una bimba oggi adolescente, mi dibattevo tra la voglia di continuare a lavorare nel
settore fiscale , le continue frustrazioni dovute alle diffficoltà di conciliare l’attività esterna con
quella casalinga e l’ignoranza di chi mi giudicava non per le mie capacita’ e risorse ma per il mio
status di donna e mamma considerato un limite e scelta irreversibile in una strada che poteva
essere solo in salita e a senso unico.. E’ nato cosi’ da allora il desiderio di mettere in rete e
condividere anni di riflessioni, esperienze e confronto su tutto ciò che riguardava la donna nella
società. Fino a quel momento i miei pensieri e appunti sull’universo femminile finivano su blocchi
di carta che nel tempo, uniti al materiale bibliografico e giornalistico, si sono accumulati fino a
creare un piccolo e per me preziosissimo archivio. Uniti all’esperienza politica e maturata in alcune
associazioni femminili hanno dato vita a questo blog rinviato troppo a lungo dopo anni di rinunce e
sacrifici personali che non hanno mai spento la mia passione per la cultura femminile se cosi’ si
può definire. Una passione che affonda le sue radici nelle esperienze delle donne che hanno
accompagnato la mia infanzia, di mia madre, di mia nonna, proseguita poi con la scelta degli studi
di diritto e rafforzata di li’ in poi dalla disillusione che essere donna ed essere uomo non fosse
indifferente nella società in cui mi muovevo.
Oggi continuando il mio percorso di crescita e consapevolezza nell’affermare a pieno il mio essere
donna sono attiva nello studio e nella ricerca di soluzioni, idee e progetti ad hoc e nel cercare di
promuovere a livello istituzionale lo sviluppo e la concretizzazione di un modello femminile
completo e autonomo quello che in poche parole mi piace definire a 360 gradi.
troppo brava

Troppo brava, troppo nera, troppo donna

Troppo brava, troppo nera, troppo donna “Non dobbiamo fermarci, con i sogni costruiamo il nostro futuro”. Cosi’ aveva commentato la decisione di aprire il suo negozio di prodotti bio in piena emergenza sanitaria Agitu Gudeta la donna etiope assassinata alla fine di questo 2020 che ha segnato la crisi di moltissime aziende. Ma lei che […]
famiglia o lavoro

Famiglia o lavoro? La parita’ che ancora manca

Famiglia o lavoro? La parita’che ancora manca. Famiglia o lavoro?  Sono molte  le donne che  in Italia  arrivano presto o tardi a questo bivio. Un bivio crudelmente imposto dalla nostra cultura ancora troppo legata al patriarcato e alle sue leggi. Leggi non scritte ma che rimandano alla tradizione della donna “custode del focolare domestico” e […]