Calo del desiderio femminile : cause e rimedi

desiderio

Calo del desiderio femminile: cause e rimedi.

  Amore, passione, desiderio: ci sono fasi della vita nelle quali queste spinte istintive possono  diminuire. In gravidanza : cambiamenti fisiologici .. ansia e preoccupazione per il parto.. paura di nuocere al feto. Dopo il parto: eccessive  attenzioni per il neonato, allattamento  difficolta’ ad adattarsi ai nuovi ritmi … In  menopausa :carenza ormonale, cambiamento fisiologico,  disistima, timore di non essere più giovani e seduttive…

Come affrontare il calo di desiderio

E’ normale che il rapporto col proprio corpo possa cambiare nel tempo. Sono fasi della vita. Ma è assolutamente importante restare centrate e  ancorate alla propria identità di donna per non compromettere  il rapporto di coppia. La nostra cultura specialmente, ancora molto incentrata  sul ruolo materno , rischia  di farci perdere completamente  la nostra identita’ di donne in quanto donne e travolgere la nostra relazione  di mogli  e  amanti.

Desiderio femminile :  prima donne e poi madri

Molti rapporti subiscono una svolta  significativa alla nascita di un bambino. E dopo può essere tardi per riprendere l’intesa passionale di un tempo. Difficile, per quanto ci si ami, trovare  sessualmente attraente una donna che smette di essere tale per vestire esclusivamente i panni della madre .  Inutile altresi’  negare che sia difficile continuare a curare se stesse come prima.

Ma spesso quello che crea distanze dal partner e’ la totale fusione col neonato che rimanda a qualcosa che non funziona nel rapporto che abbiamo con noi stesse.

Dal punto di vista terapeutico, quando il desiderio si spegne può essere d’aiuto, oltre a un processo di consapevolezza o ad  un aiuto psicologico,  la floriterapia.

Come ci aiuta la floriterapia a recuperare il desiderio?

La floriterapia ci aiuta con : Olive  che  fortifica corpo e anima contrastando l’assenza di piacere che puo ‘ comportare lo stress fisico accumulato in un periodo di  super lavoro ( dopo il parto, un trasloco, se siamo oberate da uno  straordinario carico di lavoro) ; anche Hornbean puo’ essere utile per contrastare pero’  la stanchezza mentale e una  conseguente mancanza di tono che ci hanno portato ad essere meno ricettive sul piano sessuale ; Cherry Plum per chi non si abbandona facilmente alle  dolci emozioni e ha paura di lasciarsi andare e perdere il controllo; Agrimony per riprendere il contatto con i propri desideri; Elm per chi si carica di troppe responsabilita’ e infine si ritrova senza forze e vive il sesso come un impegno gravoso e non come un relax; Bush Gardenia fiore australiano che rivitalizza la passione e l’interesse all’interno delle relazioni.  

Come si usano le essenze floreali?

I rimedi floreali si usano principalmente per bocca ma poiché ciascuno di essi possiede una vibrazione specifica un altro sistema consiste nell’applicare almeno 4 gocce del rimedio puro sulla pelle in questo caso sotto l’ombelico e nella zona del sacro, spanderle delicatamente con le dita e aspettare che si asciughino . L’applicazione deve essere ripetuta almeno 4 volte al di’.

La  fitoterapia

Anche la fitoterapia è molto efficace laddove il passare degli anni, la stanchezza o il calo ormonale, può rendere necessario l’apporto di piante toniche, rivitalizzanti o a volte afrodisiache. Il rimedio più interessante è la Maca delle Ande, radice andina in compresse, che agisce favorevolmente sulla produzione ormonale femminile e maschile, sul desiderio, sulla lubrificazione e sul piacere.

Gli oli essenziali

L’aroma degli oli essenziali intesi come informazione energetica sono capaci di produrre effetti sul campo energetico umano. E’ stato accertato che gli oli essenziali sono particolarmente compatibili col sistema ormonale umano. E come le piante anche l’uomo puo’ usarli li per amplificare l’attrazione , la comunicazione e gli stimoli sessuali. Basta applicarli in corrispondenza dei centri energetici bassi quelli che corrispondono alle forze istintive. Due o tre gocce di olio essenziale diluito in un olio di mandorle dolci (o di lino, sesamo..)  oppure due o tre gocce versate direttamente  su un dischetto di cotone da applicare o appoggiare (se si usa un dischetto)  tre dita sotto l’ombelico e in corrispondenza dell’ osso sacro.

Oli essenziali per risvegliare il desiderio

Gli oli essenziali migliori per risvegliare e riequilibrare la sfera sessuale sono ylang ylang un ‘essenza molto femminile che insegna ad amare il proprio corpo con un effetto afrodisiaco; l’O.E. di salvia che dona sensualita’; O.E. di rosa che stimola la sessualita’ e patchouli con proprieta’ afrodisiache utile a chi e’ riluttante ad accettare la propria sessualita’.  L’ O. E. di neroli puo’ essere usato da entrambe i partner prima di un incontro : per inalazione secca ( una , due gocce su un fazzoletto di carta) , nel diffusore, nell’acqua del bagno.  E’ molto importante usare sempre degli oli ricavati naturalmente e non in modo sintetico. Per essere sicuri che si tratti di un prodotto di qualita’ l’etichetta deve sempre riportare la dicitura” olio essenziale puro al 100%”.

 

 

 

0 0 votes
Article Rating