Bonus baby sitting e centri estivi covid 19

bonus baby sitting

Bonus baby sitting e centri estivi covid 19.

Bonus baby sitting in  alternativa al congedo parentale straordinario in vigore dal 17 Marzo scorso.  Le famiglie potranno usufruire di un bonus per servizi di baby sitting , per figli di eta’ non superiore ai 12 anni, di importo massimo 600 euro.   Il bonus e’ per i  dipendenti del settore privato,  gli iscritti alla Gestione separata e gli autonomi.  Mille euro  invece per le categorie dei  lavoratori appartenenti al settore sanitario pubblico e privato ( medici, infermieri tecnici di laboratorio biomedico, tecnici di radiologia medica, operatori sanitari) e al personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico. Il bonus e’ riconosciuto anche agli autonomi iscritti a casse non gestite dall’Inps ( per es. le casse professionali).   Subordinatamente pero’  alla comunicazione da parte di queste casse del numero dei beneficiari.

Bonus per i centri estivi

Dal 19 maggio 2020, si potra’ in alternativa ai servizi di baby sitting  usufruire di  un  bonus per la comprovata iscrizione ai centri estivi e ai servizi integrativi per l’infanzia per il periodo dalla chiusura dei servizi educativi scolastici al 31 agosto 2020.

 Bonus a genitori con figli fino ai 12 anni o disabili senza limite di eta’

Potranno essere remunerate le prestazioni lavorative di baby sitting svolte a decorrere , anche retroattivamente, a partire dal 5 Marzo   per tutto il periodo di chiusura dei servizi educativi scolastici ( prorogato al 31/08/2020). Le prestazioni spettano a condizione che nel nucleo familiare l’altro genitore non sia disoccupato , non lavoratore e che non sia beneficiario di altri strumenti a sostegno del reddito. In caso di genitori separati , il contributo spetta a quello col figlio convivente che dovra’ autodichiararlo. Se ci sono piu’ figli il bonus non aumenta.  Il totale rimane comunque di 600 euro ( o 1000).   E  andra’ ripartito indicando nella domanda un importo parziale per ciascun minore fino a raggiungere il totale massimo. Si considerano beneficiari i genitori di minori che al 5 Marzo non avevano ancora compiuto 12 anni . Nessun limite di eta’ in caso di grave disabilita’.

Le domande a partire dal 1° Aprile 2020

Sono tre i passi fondamentali da compiere per avere accesso al bonus.

COMPILAZIONE DELLA DOMANDA : si andra’ in ordine cronologico.

Sulla base delle domande che verranno vagliate e accolte in ordine cronologico la circolare n. 44 del 24 Marzo precisa che una volta esaurite le risorse non saranno purtroppo accettate ulteriori domande. Le altre domande saranno messe in stand by.  E verranno accolte solo in caso di ulteriori stanziamenti.  Per quanto riguarda l’invio delle domande bisognera’ aspettare il Aprile  quando l’Istituto di previdenza mettera’ a disposizione la procedura per  l’acquisizione delle domande di bonus. Qui il link

Come si compila.

La domanda potra’ essere presentata scegliendo tre diversi modi.

  • Applicazione web online disponibile su portale Inps al seguente percorso: “prestazioni e servizi”>”Tutti i servizi”>”Domande per prestazioni a sostegno del reddito”>”Bonus servizi di baby sitting”;
  • Chiamando il Contact Center al numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa ) o 06/164.164
  • Attraverso i patronati (servizio gratuito)

ATTIVAZIONE LIBRETTO FAMIGLIA

Si puo’ attivare gia’ ora. E’ lo strumento gia’ presente sul sito Inps ( gia’ in uso per le prestazioni occasionali dei domestici) necessario per poter fruire del bonus.   A tal fine il genitore (UTILIZZATORE) e il baby sitter (PRESTATORE) dovranno REGISTRARSI sulla piattaforma delle prestazioni occasionali accessibile sul sito in questi tre modi:

-direttamente con l’uso delle proprie credenziali;

– avvalendosi dei servizi di Contact Center Inps che gestiranno per conto di genitore e baby sitter lo svolgimento delle attivita’ di registrazione e/o degli adempimenti di comunicazione della prestazione lavorativa( anche in tal caso e’ necessario possedere le credenziali personali);

– tramite intermediari o servizi di patronato;

Al momento della registrazione genitore e lavoratore dovranno fornire tutte le informazioni identificative necessarie  relative al rapporto di lavoro.    In particolare le modalita’ di pagamento ( IBAN del prestatore di lavoro).

APPROPRIAZIONE TELEMATICA DEL BONUS

Entro e non oltre 15 giorni dalla ricevuta comunicazione di accoglimento della domanda tramite i canali indicati nella stessa (sms, e mail, PEC) il genitore dovra’ “appropriarsi” del bonus tramite Libretto di Famiglia pena la perdita del beneficio stesso. Con questa “appropriazione” il genitore potra’ visualizzare sul Libretto l’importo virtuale concesso per pagare il lavoratore e potra’ disporne per pagare le prestazioni di lavoro che devono essere comunicate in procedura dopo il loro svolgimento (attraverso il sito o tramite Contact Center).

Prestazioni di lavoro: 10 Euro l’ora

E’ importante inserire le prestazioni svolte entro il 3 del mese successivo a quello in cui si sono svolte per essere sicuri che vengano pagate entro il 15 di quel mese.  Per es. per il  lavoro svolto ad Aprile: inserimento prestazioni entro il 3 Maggio e  il pagamento viene fatto entro il 15 maggio.   Le prestazioni vengono remunerate con titoli di valore pari a 10 euro l’ora (o suoi multipli), per cui l’importo richiesto a titolo di bonus deve essere necessariamente pari a 10 euro o multipli di 10 fino a 600 o 1000 euro a seconda della tipologia di lavoratore. Al momento dell’inserimento della prestazione si dovra’ indicare l’intenzione di usufruire del “Bonus Covid 19”e verificare che la procedura riporti correttamente i dati della domanda accolta e la tipologia di attivita’ “acquisto di servizi di baby sitting”.

Comunicazioni all’Inps entro il 31 Dicembre 2020

Le prestazioni svolte dal 5 Marzo fino a tutto il periodo di chiusura dei servizi educativi scolastici  (prorogato al 31/08/2020)  potranno essere comunicate dal genitore entro il 31 Dicembre 2020.

Il genitore potra’ usufruire del bonus anche avvalendosi dell’opera di un collaboratore con cui gia’ esista un rapporto di lavoro subordinato per mansioni di lavoro domestico e per l’assistenza e sorveglianza di minori. In tal caso il genitore potra’ avvalersi del bonus per la remunerazione delle ore aggiuntive svolte da tale lavoratore.

 

 

 

 

 

 

0 0 votes
Article Rating